Dire e Fare Turismo

con la premiazione di #BuonePraticheNetwork

 Museo del Tessuto, Prato

19 dicembre 2017

Libro verde sfogliabile

 

Scarica il Libro Verde

E’ dedicato al Turismo l’ultimo appuntamento dell’anno con “Dire e Fare 2017”.

L'evento ha previsto due momenti principali: la presentazione del Libro Verde del Turismo in Toscana ed in chiusura la premiazione del concorso di Anci Toscana #BuonePraticheNetwork.

Il Libro Verde è il frutto dell’attività dell’Associazione, che dopo il tour di incontri territoriali ha organizzato insieme alla Regione Toscana un evento dedicato nell’ottobre scorso a Cortona: qui sono emerse riflessioni, raccomandazioni e proposte di amministratori, enti, associazioni e aziende, che ora sono state raccolte nel Libro Verde del Turismo in Toscana. Una base di lavoro per i Comuni e la Regione.

I lavori sono stati introdotti da Francesca Basanieri, responsabile Anci Toscana Turismo e sindaco di Cortona. Il Libro Verde è presentato da Emilio Casalini, giornalista e scrittore, ed è intervenuto Alberto Peruzzini di Toscana Promozione Turistica. Hanno reso parte al dibattito Matteo Biffoni presidente Anci Toscana e sindaco di Prato; Stefano Ciuoffo assessore regionale al Turismo; Caterina Bini deputata e membro della Commissione Attività produttive della camera; Alessandro Tortelli del Centro Studi Turistici.

Al termine della mattinata saranno premiati i vincitori della seconda edizione del concorso #BuonePratichenetwork, che ha raccolto oltre 70 progetti innovativi di Comuni toscani. Il concorso, ideato e promosso da Anci Toscana, è diventato un punto fermo per le amministrazioni che vogliono far conoscere e condividere le loro idee migliori, pubblicate sulla pagina ad hoc del sito dell’Associazione. Tutti hanno potuto votare online la buona pratica preferita; mentre la valutazione finale è affidata a una apposita commissione, (con un peso pari al 70%), a cui viene aggiunto il voto espresso dagli utenti on line e il numero di visualizzazioni avute. I vincitori potranno partecipare a 4 corsi di formazione per due persone organizzati dalla Scuola di Formazione di Anci Toscana. Chiuderà i lavori l'assessore regionale Vittorio Bugli.

 

Leggi il Programma

 

 

 

 

 Premiazione Buone Pratiche

 

Nell'ambito del Dire e Fare Turismo si è tenuta anche la premiazione del concorso sulle Buone Pratiche. Sono oltre 70 i Comuni che hanno partecipato nelle sette sezioni previste. Il concorso, ideato e promosso da Anci Toscana, è diventato un punto fermo per le amministrazioni che vogliono far conoscere e condividere le loro idee migliori, pubblicate sulla pagina ad hoc del sito dell’Associazione. Tutti hanno potuto votare online la buona pratica preferita; mentre la valutazione finale è stata affidata a una apposita commissione (con un peso pari al 70%), a cui è stato aggiunto il voto espresso dagli utenti on line e il numero di visualizzazioni avute. La commissione era formata da Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana e Simone Gheri, direttore di Anci Toscana, oltre che dal team di #BuonePraticheNetwork formato da Sara Ambra, Diana Curione, Cecilia Del Re, Marco Di Giacopo, Veronica Moretti, Elena Mosti, Francesco Puggelli, Francesco Tomei, Giulia Ulivi, Lorenzo Vignali. I vincitori potranno partecipare a 4 corsi di formazione per due persone organizzati dalla Scuola di Formazione di Anci Toscana.

 

AMBIENTE E AGRICOLTURA - La buona pratica vincitrice è Emissioni compensate con il vino Nobile di Montepulciano (Progetto per la misura della performance ambientale con valutazioni ed emissioni CO2 e attivazione di una serie di misure per giungere alla neutralità di gas climalteranti entro il 2020.) presentata dal Comune di Montepulciano.
Il progetto è riuscito a rivedere un ciclo produttivo di alta eccellenza e di tradizione fortemente toscana coniugandolo con l'attenzione all'ambiente e alla sostenibilità. Ha saputo quindi coniugare tradizione e innovazione.

CULTURA E TURISMO - Due le buone pratiche vincitrici ex equo. La Mappa della Comunità di Raggiolo (Un inventario partecipato del patrimonio culturale locale e nel contempo un programma condiviso di azioni ed attività per l’Ecomuseo, e quindi per l’Amministrazione Comunale e le associazioni locali per la salvaguardia e lo sviluppo socio-culturale del territorio) presentata dal Comune di Ortignano Raggiolo. Un progetto che ha dimostrato di saper utilizzare il know how di un territorio, coinvolgendolo e valorizzandolo interamente; Siena for kids (Un programma di eventi dedicati a tutta la famiglia per scoprire Siena e i suoi tesori, favorendo la promozione della città a livello nazionale e internazionale come destinazione ideale per le famiglie) presentata dal Comune di Siena. Una città grande nel mondo che si fa piccola per i piccoli dimostra duttilità e lungimiranza da premiare.

INNOVAZIONE - La buona pratica vincitrice è Edicole Punti Anagrafici (Il Comune di Firenze - con l'obiettivo di tutelare la categoria delle "edicole" per il valore culturale e di diffusione dell'informazione che questa rappresenta - ha messo in atto una serie di azioni volte ad aumentare la possibilità di attrazione di nuovi clienti mediante l'attribuzione di nuove funzioni, quali l'attivazione di servizi anagrafici in convenzione con l'amministrazione comunale e la vendita di biglietti per attrazioni culturali o sportive presenti in città.) presentata dal Comune di Firenze. Un progetto con un duplice valore: da un lato ha implementato i servizi per i cittadini, aumentandone la diffusione sul territorio comunale; dall’altro ha cercato mezzi nuovi per tutelare e valorizzare una categoria che negli ultimi anni ha riscontrato numerose difficoltà.

MOBILITA’ E RIGENERAZIONE URBANA - Anche qui un ex aequo. Da stazione a spazio culturale condiviso ( Con la riapertura pubblica dell’edificio della stazione, è stato dato uno spazio alle tante associazioni del territorio, che svolgono ruoli sociali, culturali o di protezione civile. Si è creato così un polo civile a Calenzano, dove vengono organizzate attività) presentata dal Comune di Calenzano. Un progetto che reso evidente quanto un luogo dimenticato possa tornare ad essere un punto centrale della comunità. Bike sarin free floating (I l servizio di Bike Sharing free floating del Comune di Firenze gestito tramite mobile app permette di risolvere il problema del c.d. ultimo miglio attraverso l'utilizzo di velocipedi tecnologicamente avanzati dotati di lucchetto autosbloccante tramite app mobile. I veicoli disponibili sono mostrati dall'App su mappa tramite il gps integrato nel telaio. I veicoli possono essere presi e lasciati in qualsiasi zona del Comune di Firenze). Una piccola rivoluzione che, visto il successo riscontrato a Firenze, si sta adesso diffondendo adesso anche in altre città italiane.

PROTEZIONE CIVILE - La buona pratica vincitrice è Prevenzione promo core (“PROtezione e MOnitoraggio per una COmunità REsiliente”: Buone Pratiche orientate al miglioramento della prevenzione dai rischi di tipo non strutturale: PROtezione come auto protezione, tramite incontri di formazione interna, implementazione sistema di allertamento telefonico, istituzione del Coordinamento del Volontariato, convenzione per l’assistenza meteorologica, campagne informative, esercitazioni e pagina web. MOnitoraggio in tempo reale di piene e frane con sensori, e periodico aggiornamento del quadro conoscitivo delle Pericolosità) presentata dal Comune di Massa. Un progetto che che risponde al meglio rispetto a formazione informazione dell'intera comunità.

SANITA’ E WELFARE - La buona pratica vincitrice è Infermiere di Comunità (L'infermiere di Comunità è una figura poliedrica, che di concerto con i medici di base operanti sul territorio, effettua prestazioni direttamente presso il domicilio del paziente attraverso un'attivazione effettuata dal medico curante del paziente) presentata dal Comune di Cantagallo. Un esempio di servizio di prossimità che riesce a risponde ai bisogni delle comunità soprattutto con minor accesso ai servizi sanitari.

SCUOLA E POLITICHE GIOVANILI - La buona pratica vincitrice è Linea Gotica (Un progetto sulla valorizzazione di un sito storico di interesse internazionale - la Linea Gotica - mediante l'opportunità offerta da più Istituti scolastici di utilizzare le ore di alternanaza scuola – lavoro) del Comune di Borgo a Mozzano. Un progetto che riesce a coinvolgere attivamente le nuove generazioni nella valorizzazione della memoria storica attraverso nuovi servizi e nuove tecnologie.

La Commissione giudicatrice ha anche conferito una “menzione speciale” per quelle buone pratiche che, per ciascuna categoria, si sono distinte per creatività e originalità. Eccole.

Ambiente e Agricoltura: "Centrali termiche a biomasse legnose a servizio della piscina comunale" Comune di Greve - Menzione speciale #AnciToscanaGreen; Cultura e Turismo: "La Via della seta e della lana" del Comune di Prato e, a pari merito, "CICLOPICO (CICLOPIsta COndivisa)" del Comune di Follonica - Menzione speciale #AnciToscanaConnessa; Mobilità e rigenerazione urbana: "Ex tintoria del Sole" del Comune di Campi Bisenzio - Menzione speciale #AnciToscanaRecupera; Sanità e Welfare: "Solidal Pizza" del Comune di Bagno a Ripoli - Menzione speciale #AnciToscanaSolidale. E “PROGETTI GRUPPO APPARTAMENTI GAJ E GAS” dell' Unione Comunale Chianti Fiorentino - Menzione Speciale #AnciToscanaInclude; Innovazione: "Introduzione di un sistema di ticketing per la gestione delle segnalazioni dei cittadini" del Comune di Seravezza - Menzione Speciale #AnciToscanaSemplice; Scuola e politiche giovanili: "Happynet" del Comune di Figline e Incisa Valdarno - Menzione Speciale #AnciToscanaEduca.