Dire e Fare
Il Turismo in Toscana
Cortona - Mercoledì 25 ottobre 2017 

 

 

Puntare sulla qualità per arricchire l’offerta turistica e migliorare la vita dei cittadini. Costruire una rete che connetta i Comuni e i territori, in una regione che produce quasi 10 miliardi l’anno in consumi turistici. E’ quanto emerso a Cortona nella giornata della rassegna “Dire e Fare” dedicata al Turismo in Toscana. 368 partecipanti, grandissimo interesse e confronto a viso aperto per un appuntamento dove si è discusso di temi concreti, in linea con gli obiettivi di Anci Toscana: coinvolgere i Comuni per arricchire il dibattito con spunti e temi, che poi possano entrare nella costruzione di leggi, norme e regolamenti. Nello specifico, per costruire un patto sul turismo che renda stabile ed eccellente l'alleanza tra i territori e con la Regione, e per far sì che la Toscana, tra le prime mete per visitatori, riesca a massimizzare quelle potenzialità a tutt’oggi inespresse. A Cortona si è arrivati dopo un lungo percorso di ascolto fatto da Anci in questi mesi. Il programma, dopo le relazioni iniziali, si è articolato in otto tavoli tematici con sindaci, amministratori, assessori regionali, esponenti del governo, del mondo accademico, delle associazioni; sono stati affrontati singolarmente tutti gli aspetti del settore: al mattino i temi generali quali la promozione, i trasporti, l’innovazione digitale, le nuove forme di turismo; il pomeriggio quelli legati direttamente alla vocazione dei territori, ovvero la sosta, le città d’arte, i borghi e le campagne, la montagna. Nel suo saluto, il presidente di Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni ha sottolineato come il turismo da un lato debba esprimere una ricchezza che permetta di vivere meglio alle comunità, e dall’altro faccia restare ai visitatori qualcosa di importante, per renderli ambasciatori della Toscana nel mondo.

Vedi la ricerca di Irpet  La competitività delle destinazioni turistiche e le sue determinanti: un’analisi a livello subprovinciale

 

PARTECIPANTI
 

  

I TAVOLI DI LAVORO

 

 

 

 

 

 

COME ARRIVARE

Il Centro Convegni Sant'Agostino è facilmente raggiungibile, si trova in via Guelfa, una delle principali strade del centro storico di Cortona.

IN TRENO

Linea Ferroviaria Firenze/Roma, Stazione di Terontola o Camucia. Linea Ferroviaria Terontola Perugia Assisi Terni, Stazione di Terontola.Arrivati alle stazioni è facile raggiungere Cortona con Taxi o Bus.

SERVIZIO NAVETTA
Alla stazione di Camucia è previsto anche un servizio di navetta gratuito predisposto per l'occasione.
Per orari e prenotazioni cliccare qui. In auto. Uscire dall'autostrada del Sole (A1) al Casello Valdichiana. Da qui prendere la supestrada E45 (raccordo Siena-Perugia) in direzione Perugia ed uscire a Cortona (Cortona San Lorenzo). Da qua basterà seguire le indicazioni, già numerose, per Cortona. Il parcheggio più vicino al Centro Convegni è quello di Piazza del Mercato.

SERVIZIO AUTOBUS
Se si arriva in treno alle stazioni di Camucia, Terontola, Arezzo o Castiglion Fiorentino è possibile raggiungere Cortona con il servizio bus Etruriamobilità Scarl. http://www.etruriamobilita.it/

MAPPA